Imperfetta

Amami fin nelle ossa
_ai sensi estremi _amami_
Ama i miei contronsensi
e le assurdità _di più _
Amami nella leggerezza da bambina
e nella profondità della saggezza
Nei giorni in cui danzo inseguendo miraggi
e in quelli di massacrante silenzio
Amami
quando ti lascio evidenti tracce per farmi raggiungere
e quando invece mi rinchiudo dietro i muri della mia solitudine

Nella disperazione e nell’euforia
quando affiora ogni minimo frammento del mio animo
tu amami
ed io avrò bisogno di te per compiere ogni giorno la verità della mia imperfezione.

.Non mi guardare.

Assecondo il mio passo
nel procedere incerto
_ho mani spezzate dal peso che trascino_
costole stritolate dall’angoscia
desideri inconfessati_sogni già sfumati
Ho occhi sfiniti e migliaia di lacrime ingoiate
Un oceano di giorni che mi sommerge le ginocchia
e parole, parole ripetute all’infinito

Tu non guardarmi
_mi svincolo da ogni maledetto schema_
e chiedo come unico sollievo
la più intima solitudine
per ricercarmi e rigenerarmi senza mai corrompere la mia stessa pelle.