.Scrivi che ti passa.

Fiato all’angoscia
_eterea via di fuga_
Tritato di verità
gentilmente offerto ai curiosi.
E tutti quei fiori nella bocca
ad arginare i dolori.
E il sudore
per quel canto dell’anima
eviscerato dallo stomaco stracolmo.

Mio conforto, mia redenzione
soccorrimi ancora nelle mie continue conversioni
e nuovamente assistimi
negli ineluttabili giochi della sorte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *